Questo sito utilizza i cookie e tecnologie che migliorano la navigazione. Utilizziamo uno script PIWIK Analytics che rilascia cookie per l'analisi delle prestazioni. È possibile consultare ulteriori informazioni e dettagli nella sezione relativa alle policy sull'uso dei cookie. Si prega di fare riferimento all'informativa sulla privacy per modificare le impostazioni relative al monitoraggio dell'attività sul sito web tramite PIWIK (ad es. negare l'uso/cookie di opt-out). Ulteriori informazioni

Tutto chiaro

Guidati dalla conoscenza

Conosci Corinne Pala

Direttore Nazionale Divisione Regulatory Affairs Europa

Ho conseguito un diploma in Italia e il Doctor of Philosophy (Ph.D.) in Chimica presso l'Università RWTH di Aquisgrana. Sono poi entrata a far parte di Grünenthal, dove lavoro da 15 anni. Durante questo periodo ho ricoperto sette posizioni diverse. Ho cominciato come tirocinante in R&S, dapprima come project manager e, due anni più tardi, come responsabile dell’outsourcing e dei contratti. Nel 2010 ho assunto la responsabilità della gestione e supervisione dei rapporti con fornitori clinici e non clinici e nel 2012 quella della gestione del Vendor Relationship Management Group. Come responsabile del gruppo che si occupa della gestione dei progetti, una posizione che ho assunto nel 2013, i miei compiti si sono concentrati sulle attività classiche dell'ufficio di project management. Sono diventata project leader internazionale nel 2014, assumendo la gestione mondiale dei progetti in tutte le loro fasi. L'anno scorso ho assunto la mia attuale carica di Direttore Nazionale della divisione Regulatory Affairs Europa. Sono responsabile della gestione delle attività regolatorie in Europa nelle filiali locali e sono un’interlocutrice chiave per l'organizzazione commerciale europea.

Volgendo lo sguardo al mio percorso lavorativo in Grünenthal, ci sono tre aspetti salienti su cui vorrei soffermarmi. Uno è il programma Trainee. E' stato l'inizio della mia carriera professionale e un passo fondamentale per il suo ulteriore sviluppo. Come tirocinante ho avuto l'opportunità unica di lavorare in diverse aree e capire come funziona il business farmaceutico. Inoltre, lavorando in differenti divisioni, ho avuto la possibilità di costruire una solida rete all'interno dell'azienda. Raccomando vivamente un periodo di tirocinio ai giovani ricercatori che iniziano la loro carriera nell'industria farmaceutica.

Un’altra tappa per me fondamentale è stata la creazione (da zero) di un programma di gestione delle relazioni con i fornitori e, successivamente, di una divisione ad essa dedicata. Grünenthal si affida a organizzazioni di ricerca a contratto (CRO) per la realizzazione di studi clinici in tutto il mondo. Il rapporto con le CRO è fondamentale. Durante lo svolgimento della fase III di tapentadolo, diversi revisori hanno evidenziato come la supervisione dei CRO non fosse stata ottimale, con un conseguente aumento dei costi e della durata delle sperimentazioni cliniche. Inoltre, un sondaggio anonimo inviato ai CRO preferiti da Grünenthal, ha evidenziato un certo grado di insoddisfazione nei confronti della nostra azienda. La divisione Vendor Relationship Management è stata creata proprio per colmare quel gap e ha portato, con l'aiuto dei KPI (Key Performance Indicator) predefiniti, un significativo miglioramento delle prestazioni dei CRO, in un solo anno

Un’ultima cosa, ma non per questo meno importante: sono molto orgogliosa di aver ricevuto il "Best Performer Award" per il mio contributo al progetto Palexia®/Tapentadol. Mi sono sentita molto onorata di ricevere il premio dal Dr. Klaus-Dieter Langner, il nostro direttore scientifico, come riconoscimento per il mio impegno nel progetto e per la mia capacità di superare i momenti difficili.

“Sono convinta che ognuno di noi possa fare la differenza in Grünenthal.”

Corinne Pala,

direttrice nazionale regulatory Affairs Europa

In sintesi, cosa mi guida? Una frase mi descrive particolarmente bene: "Considerate la vostra semenza: fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza". È tratta da La Divina Commedia di Dante Alighieri e significa: "Considerate le vostre origini: non siete nati per vivere come bruti, ma per seguire la virtù e la conoscenza". Sono guidata dalla conoscenza; finché continuo a imparare sono felice e soddisfatta.

Sono convinta che ognuno di noi possa fare la differenza in Grünenthal. Tutti noi, indipendentemente dal ruolo, possiamo contribuire al successo aziendale applicando i principi che sono alla base dell'azienda stessa. I responsabili di divisione sono funzioni chiave nell'organizzazione perché possono agire da moltiplicatori di informazioni. Soprattutto ora, nel bel mezzo di un processo di trasformazione, è fondamentale raggiungere tutte le persone dell'azienda, motivarle e far loro capire la necessità di cambiamento e la visione del futuro. Personalmente, in qualità di responsabile della divisione Global Regulatory Affairs, farò del mio meglio per assicurarmi che i principi di Grünenthal siano attuati nel mio gruppo e che il processo di cambiamento sia diffuso in tutta l'organizzazione e nei diversi Paesi e, naturalmente, se voglio che il mio gruppo viva la mentalità Grünenthal, devo cominciare da me stessa e fungere da modello per i miei collaboratori, creando e mantenendo una cultura della performance, incoraggiando opinioni bidirezionali sincere e un comportamento coraggioso.